Cresta Beltrando

punto di partenza

Piazzale ex-cava di quarzo
10080 Castelnuovo Nigra TO
Italy
1760 m
Difficoltà: 
EEA
Lunghezza :  
9,70 km
Tempo di percorrenza :  
8 ore 20 min
Quota massima :  
2.439 m
Dislivello salita :  
1046 m
Dislivello discesa :  
1704 m

punto di arrivo

Località Balma
10080 Frassinetto TO
1105 m

Descrizione

Itinerario escursionistico attrezzato sul filo di cresta di una delle più panoramiche balconate naturali che si affaccia sulla pianura eporediese, da un lato, e sul Gran Paradiso, dall’altro. La cresta spartiacque fa da confine tra i selvaggi valloni del Torrente Verdassa (comune di Frassinetto, bacino idrografico della Val Soana) e del Torrente Savenca (comune di Castelnuovo Nigra, bacino idrografico della Valchiusella).

L’Itinerario si origina dal piazzale della ex-cava di quarzo (1760 m), ove termina la sterrata proveniente da Castelnuovo Nigra-Pian delle Nere; l'itinerario raggiunge la loc. Balma di Frassinetto (1105 m), passando dalla Punta Rama (2439 m) e percorrendo interamente il filo di cresta spartiacque tra Val Verdassa e Val Savenca costituita da Punta Verzel (2406 m) Punta Prafurà, Col d’Asnì, Monte Cavallo e Punta Rama. Il percorso si mantiene pressoché sempre lungo il filo di cresta, con passaggi esposti attrezzati con corde fisse ed alcuni gradini in acciaio ove necessari; è pertanto obbligatorio disporre del kit completo da via ferrata. E' possibile suddividere l'itinerario in due tappe pernottando presso il costruendo bivacco sulla vetta di Punta Rama (2439 m).
Panorami ineguagliabili sui Valloni di Codebiollo (o Verdassa), sulla Val Savenca e sull’intero gruppo del Gran Paradiso, dalla Torre di Lavine alle Tre Levanne.
Il percorso è riservato ad escursionisti esperti abituati a passaggi aerei ed offre scorci entusiasmanti sul versante N della Bella Dormiente. I due tratti maggiormente esposti riguardano la salita a Punta Rama dal colletto che la separa dal Monte Cavallo e la discesa immediatamente a Nord della Punta Verzel.

Profilo altimetrico

Punti di interesse

Il tratto iniziale dell'itinerario, tra il piazzale dell'ex-cava di quarzo e la Punta Verzel, verrà attrezzato con pannelli divulgativi sulla geologia e geomorfologia dell'area in collaborazione con l'Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Scienze della Terra. Punto panoramico: Punta Verzel