Carta etica della Montagna

Uno strumento condiviso per le attività in montagna che si rivolgono a persone in difficoltà, ma anche a persone “non esperte” di montagna, un documento utile sia a chi offre servizi...che da chi fruisce servizi, un documento formato da alcuni punti che esprimono semplici regole comuni che non possono essere dimenticate se vogliamo parlare di montagna per tutti.

La Regione Piemonte, prima regione in Italia a consolidare con una deliberazione di Giunta un vero e prorio vedemecum per chi ama la Montagna.

Per ribadire il forte impegno degli Enti e delle Associazioni del territorio la carta etica deve essere sottoscritta e promossa.

La Carta etica della Montagna è stata approvata con Delibera di Giunta regionale n. 17-8364 del 01/02/2019

Come sottoscrivere la Carta etica:

Gli Enti pubblici e le associazioni che intendono sottoscrivere la Carta etica della montagna devono presentare un atto deliberativo dell'organo competente che riconosce integralmente il contenuto della carta etica.

Tale documentazione dovrà essere inviata all'indirizzo PEC: montagna@cert.regione.piemonte.it

E' inoltre disponibile la copia cartacea, presso gli uffici regionali di corso Stati Uniti 21 - Torino, su cui apporre la firma autografa a  nome dell'Ente o Associazione rappresentato (dopo aver presentato l' atto deliberativo di sottoscrizione) e aggiungere a quelle dei primi firmatari.

E' necessario concordare con gli uffici un appuntamento.

Scarica il testo della la carta etica della montagna